MARCO, EX-SPORTIVO, AFFRONTA LA SFIDA DELL’OBESITA’

Marco* è preoccupato per la sua salute: fa fatica a fare le scale, al minimo sforzo avverte un grave affanno, ha solo 32 anni, ma nel suo background patologico presenta 2 ernie discali, diabete mellito di tipo 2 trattato con farmaci ipoglicemizzanti.
Presenta un peso di 148 Kg e statura di 178 cm, questi dati determinano un indice di massa corporea (o B.M.I. sigla dall’inglese) di 46,7 indicatore di grave obesità.

Il  B.M.I. è utilizzato come indicatore della morbidità e mortalità associate all’eccesso ponderale e rischio cardiovascolare; nel caso specifico un B.M.I. superiore a 40 identifica obesità di 3° con un rischio cardiometabolico molto severo.
Nella ricostruzione della storia del peso, Marco ricorda di essere sempre stato un bambino “paffutello”, ma senza particolari problematiche né di tipo organico né di accettazione della propria immagine corporea. Tuttavia all’età di 28 anni “qualcosa è cambiato”.

Insieme a Marco si cerca di capire cosa è cambiato. Ha smesso di fare attività fisica in modo strutturato (praticava rugby), ma le abitudini alimentari si son mantenute. Tuttavia lui stesso ora riferisce di non riuscire a raggiungere il senso di sazietà e quando è a tavola mangia porzioni molto abbondanti rispetto alla normalità.

Motivato dall’esperienza positiva di un amico ha deciso di chiedere maggiori informazioni sulla chirurgia dell’obesità (o bariatrica) e chiede di essere aiutato in questo percorso.

MOVEAT può aiutare Marco con il percorso educativo di 1° e 2° livello, grazie al quale il ragazzo:

  • Può imparare con l’esperienza concreta e guidata ad assaporare e gustare pienamente il cibo, competenza che facilita la soddisfazione anche quando la persona deve assumere piccole quantità di cibo (ad esempio in fase postoperatoria). Tale capacità permette di riconoscere soddisfazione e riconoscimento del senso di sazietà.
  • Può ritrovare il piacere del proprio corpo in movimento, che man mano aumentava il peso Marco ha dimenticato.

*Marco è evidentemente un nome di fantasia, per preservare la sua privacy.

Lascia un tuo commento